Chi si prepara prima non teme l’inverno. Imparare a guidare sulla neve

Foto: Porsche AG

Le decorazioni natalizie stanno lentamente facendo la loro comparsa nei negozi, le pubblicità natalizie iniziano ad essere trasmesse in TV e le montagne iniziano già a imbiancarsi qua e là. I bambini forse non vedono l’ora che arrivi l’inverno vero e proprio, ma per molti automobilisti la favola invernale dietro la finestra è piuttosto un incubo. Ecco perché abbiamo raccolto alcuni consigli utili su come guidare in sicurezza durante la stagione invernale.

  • Valuta se hai davvero bisogno di usare la macchina. Anche se sulla neve sei un pilota provetto, il rischio di rimanere bloccati in un ingorgo causato da qualcun altro, aumenta moltissimo. Soprattutto sulle strade principali.
  • Se stai andando da qualche parte, anche su un percorso poco conosciuto, usa un’app di navigazione come Waze o Google Maps che sa scoprire i problemi prima di te.
  • Lo avrai letto e riletto, ma molti di noi non lo fanno comunque, quindi assicurati di togliere la neve e la brina dai finestrini prima di metterti alla guida! Una buona visuale è un prerequisito fondamentale per una guida sicura.
  • Anche questo punto dovrebbe essere ovvio, ma non lo è. Se non hai pneumatici invernali o pneumatici all-season di buona qualità con un battistrada sufficiente, non pensarci nemmeno di metterti alla guida. Gli pneumatici estivi su neve e ghiaccio sono un biglietto garantito per finire nel fosso, nella migliore delle ipotesi, e nel telegiornale della sera, nella peggiore.
  • Non credere di essere in grado di gestire uno skid se non ti sei documentato o non hai guardato abbastanza video su YouTube. Uno slittamento inaspettato nel traffico normale può davvero cogliere alla sprovvista anche un istruttore di scuola di pattinaggio, per non parlare di un autista normale. 
  • Se l’auto procede dritta in curva, nei modelli più recenti dotati di stabilizzazione è sufficiente lasciare l’acceleratore e attendere mezzo secondo. Spesso gli pneumatici fanno presa e in qualche modo si riesce a superare la curva, magari a costo di una momentanea sterzata nel traffico in arrivo.
  • Quando hai avuto già un colpo di sonno o l’auto slitta in modo incontrollato, la cosa migliore da fare è raddrizzare il volante, azionare i freni con tutte le forze e mantenerli fino all’arresto completo (questo è essenziale!). Con un po’ di fortuna, rimarrai sulla strada o, nella peggiore delle ipotesi, potrai almeno ridurre la velocità con cui l’auto si ferma contro l’ostacolo più vicino schiacciando gli pneumatici bloccati.
  • Cerca di visualizzare il più concretamente possibile le due procedure precedenti. E fallo preferibilmente più volte. Ciò non sostituirà un vero addestramento, ma può aiutarti a reagire correttamente in una situazione critica. Non si tratta di pratiche esoteriche, ma delle tecniche mentali simili a quelle utilizzate dai piloti professionisti o dai reparti scelti dell’esercito. 
  • Ma non tu non vuoi finire in questa situazione, vero? In questo caso, procedere in modo totalmente liscio deve essere il tuo mantra invernale. Maneggia il volante e i pedali con delicatezza e lascia passare un po’ di tempo tra il comando e la risposta dell’auto. Girando il volante in modo troppo brusco o schiacciando sul pedale in preda al panico, si possono letteralmente strappare gli pneumatici dalla superficie. Liscio non significa necessariamente lento. Chi impara a farlo può viaggiare in modo molto agile e sicuro anche sulla neve. 
  • Resisti all’impulso di correggere ogni minimo slittamento o rotazione degli pneumatici. Siediti in modo rilassato, non afferrare il volante in modo spasmodico, guarda il più avanti possibile e lascia che l’auto lavori un po’ sotto di te. (Lo sappiamo, è più facile a dirsi che a farsi). Per questo guarda anche l’ultimo punto.)
  • È meglio prendere velocità prima della salita per non dover accelerare. 
  • In discesa, scala le marce (anche se hai il cambio automatico) e cerca di frenare poco o per niente. 
  • I 4×4 danno una sensazione di stabilità sulla neve. In pratica, però, il motivo più comune per cui ci si schianta sulla neve è l’ingresso troppo veloce in curva o la mancata frenata (prima di una curva, prima di un incrocio, in un ingorgo…). In queste situazioni, la trazione integrale è utile quanto una scuola estiva di derapata in cui si è cercato un paio di volte di allineare l’auto su una pellicola scivolosa. 
  • Non appiccicarti. Se il conducente che ti precede commette un errore, non sarai in grado di frenare o di effettuare una brusca manovra di scarto sulla neve, anche se lo sai fare.
  • Per lo stesso motivo, anche il sorpasso è rischioso, nei binari tracciati sulla neve non è possibile accelerare o frenare bruscamente e riportare l’auto nella propria corsia, se un altro veicolo ti si para davanti in direzione opposta.
  • Se si forma una coda dietro di te, significa che la tua andatura sembra lenta agli altri. Se lascia che i conducenti più veloci ti precedano nel punto giusto, darai sollievo sia a te stesso che a loro.

Quattro, xDrive, 4Motion… qual è la differenza tra i vari tipi di 4×4 e, soprattutto, ti serve davvero?

Per concludere, questo consiglio non ti sarà utile ora, ma la pratica rende perfetti. Quando smette di nevicare, trova uno spiazzo abbastanza grande senza cordoli o altri ostacoli. Scoprite come reagisce l’auto quando si svolta, si frena e si accelera in modo brusco, fluido e in tutte le fasi intermedie. Se hai un freno a mano, prova a tirarlo quando giri. Non preoccuparti, non ti succederà nulla, e nemmeno all’auto. Potrebbe sembrare un po’ fuori luogo, ma la sensazione di risposta dell’auto ti aiuterà a gestire i futuri viaggi invernali con maggiore tranquillità e fiducia.

Sdílet článek:
Condividi l’articolo:
Zdieľať článok:

Podobné články Articoli simili: Podobné články:

Bentley Bentayga, Porsche 911 Targa e BMW M4: ecco le supercar consegnate l’anno scorso. Tuttavia, la maggior parte delle migliaia di auto che sono passate per le nostre mani…