Dalla nostra offerta: Opel Insignia

Foto: Opel

Per un’Insignia usata non troverai la fila, tutti preferiscono una Passat o una Superb. Il che è una buona notizia perché ora te la puoi permettere con un equipaggiamento di fascia alta per la stessa cifra che pagheresti per modelli di fascia bassa ma di marche più ambite.

Le ragioni sono piuttosto di tipo “storico”, dato che la seconda generazione di Insignia è stata un successo per la Opel. Rispetto ai modelli precedenti, è molto più spaziosa e si guida meglio, soprattutto nelle varianti a trazione integrale. È un peccato che Opel (ora parte del gruppo Stellantis) abbia interrotto la produzione di Insignia nel 2022. Era ancora basata sulla tecnologia del precedente proprietario, l’azienda americana GM. Nel 2024, il nome Insignia tornerà nell’offerta di Opel, ma si tratterà di un SUV con tecnologia francese.

Su Carvago.com è possibile scegliere tra oltre 3000 Opel Insignia. Con rare eccezioni, questa è già la seconda generazione, lanciata nel 2017 con un restyling nel 2020, ecco perché il nostro articolo ne parla.

Opel Insignia usata: motori, equipaggiamento, affidabilità

  • La gamma di motori è molto ampia, dal 1.5 al “turbo benzina” da 230 CV della GSi. I diesel 1.6 CDTi e 2.0 CDTi possono sembrare una scelta sensata, ma sono afflitti da una serie di problemi. In termini di affidabilità, consigliamo i motori a benzina, in particolare il 1.6 Turbo. Se proprio insisti sui diesel, scegli il due litri nella versione da 125 kW (170 CV). 
  • L’allestimento è disponibile anche in una versione Country Tourer “avventurosa” con un telaio leggermente rialzato e coperto. Quello è però scomparso dal menu con il restyling di tre anni fa.
  • Ti consigliamo di cercare auto dotate di grandi luci LED Matrix e soprattutto sensori di parcheggio, poiché la visibilità non è sempre delle migliori.
  • Relativamente spesso, lo sblocco senza chiave è problematico e la sostituzione della batteria nella chiave potrebbe non essere sempre d’aiuto. D’altra parte, la sorprendente apertura “touchless” del bagagliaio, attivata mettendo il piede sotto il paraurti, non è un difetto di una particolare unità, ma una caratteristica. I meccanici di Carvago riscontrano anche guasti alla trazione integrale durante l’ispezione delle Insignia usate.
  • Il punto di forza dell’Insignia sono gli eccellenti sedili anteriori, e non serve nemmeno che siano i migliori della serie, con certificato AGR, per stupirti. Anche il telaio robusto e confortevole, così come i potenti freni, meritano un elogio.
  • Il cruscotto dell’auto messa a nuovo può sembrare quello di una Mercedes di 20 anni fa, ma guarda bene: è digitale. Per qualche motivo sconosciuto, Opel le ha conferito un aspetto eccessivamente retrò.
  • E infine, una perla che da sfoderare nei dibattiti automobilistici con gli amici: l’Insignia aveva tre sorelle identiche. Nel Regno Unito era commercializzata con il tradizionale marchio Vauxhall, in America era conosciuta come Buick Regal (con questo nome viene ancora prodotta e venduta in Cina) e in Australia portava il leggendario nome Holden Commodore, prima che GM ponesse fine alla storia dell’intero marchio Holden nel 2020.

Scegliendo una Opel Insignia da noi su Carvago.com, incaricheremo un meccanico di eseguire il controllo CarAudit e poi invieremo un rapporto dettagliato sulle sue condizioni, comprensivo di foto. Se sei soddisfatto del risultato e decidi di acquistare l’auto, ci occuperemo anche di tutto il resto, dall’acquisto all’importazione nel Paese, fino alla registrazione nel registro automobilistico. Tu invece devi solo aspettare che ti consegniamo l’auto direttamente a casa.

Sdílet článek:
Condividi l’articolo:
Zdieľať článok:

Podobné články Articoli simili: Podobné články: Artikuj të ngjashëm:

Si dice che ciò che è bello non è pratico, ma può essere vero anche il contrario! Una scatola quadrata firmata Volkswagen non vincerebbe alcun concorso di eleganza automobilistica……
L’ultimissima generazione del SUV più piccolo di Casa BMW è, in realtà, ancora una novità, pur essendo in vendita solo da fine 2022. Non presenta innovazioni tecniche sostanziali, ma…